Braccio Giradischi: come regolarlo, peso, antiskating, testina

Se si possiede un giradischi d’epoca, oppure si acquista un modello nuovo, uno degli aspetti che è sempre necessario prendere in considerazione è la corretta regolazione dell’apparecchio. Non è raro riscontrare che anche giradischi di pregio non riescono a fornire le prestazioni ottimali solo a causa di regolazioni errate. Tra i parametri più importanti per una eccellente riproduzione dei dischi in vinile, vi è l’ impostazione del braccio giradischi.

La lettura meccanica di tipo analogico del solco del vinile richiede un buon equilibrio del sistema braccio giradischi e testina ad esso fissata, in modo da ottenere una lettura il più possibile fluida, bilanciata e costante. Questo si può ottenere solo impostando le regolazioni del braccio e installando la testina in base alle indicazioni del produttore.

 

 

Braccio giradischi Kenwood kd-770d Modificato
Braccio giradischi Kenwood kd-770d Modificato

 

Nella realtà, proprio a causa del funzionamento meccanico del giradischi, qualsiasi regolazione, anche la più precisa, costituirà sempre una sorta di miglior compromesso tra le varie forze in gioco. In questa imprecisione di fondo del giradischi è tuttavia racchiuso gran parte del suo fascino, che per alcuni aspetti ricorda quello di uno strumento musicale, con una propria personalità e caratteristiche che variano da uno strumento all’altro. Ogni giradischi possiede caratteristiche specifiche, identificabili solo con l’ascolto dei dischi in vinile.

 

Modelli classici con braccio giradischi completamente regolabile

La soluzione più completa, anche se più impegnativa, per chi ama cimentarsi con un sistema HiFi di buon livello è disporre di un giradischi che preveda tutte le regolazioni del braccio e preferibilmente dotato di attacchi standard di tipo SME per lo Shell. In questo modo sarà possibile utilizzare qualsiasi testina di diverse marche potendo effettuare la sostituzione rapida svitando lo Shell e sfilandolo dal braccio in pochi istanti.

Un classico utilizzo di un giradischi di questo tipo prevede di utilizzare due diversi Shell con testine premontate, uno con una testina più economica per utilizzo quotidiano e un secondo Shell con una testina di pregio, da utilizzare solo in alcune occasioni o per suonare alcuni vinili particolari.

Audio-Technica AT-LP120XUSB
Audio-Technica AT-LP120XUSB con selezione 78 giri

 

Nei modelli di giradischi con possibilità di selezionare i 78 giri, come ad esempio l’Audio Technica AT-LP120 bisogna tenere presente che i dischi a 78 giri necessitano di una testina specifica monofonica. E’ quindi decisamente consigliabile disporre in questo caso di uno Shell con testina premontata e di un giradischi che consenta una completa regolazione dei diversi parametri del braccio.

 

Testina Ortofon 2M 78 giri monofonica
Testina Ortofon 2M 78 giri monofonica

 

Esempi di giradischi con braccio di impostazione tradizionale regolabile proposto a un prezzo conveniente sono: Dual DT500 USB, di cui abbiamo parlato anche in un precedente articolo e il già menzionato Audio Technica AT-LP120XUSB. Si tratta di un apparecchi di impostazione classica, il primo con trazione a cinghia e il secondo a trazione diretta, entrambi con le classiche regolazioni a ghiera graduata.

 

 

Dual DT 500 USB
Dual DT 500 USB

 

Tra i giradischi dal prezzo contenuto con regolazioni complete di tipo professionale, si possono trovare alcuni modelli con caratteristiche sorprendenti. Un esempio è il Lenco L-3807 a trazione diretta.

Questo dispositivo Lenco è dotato di tutte le regolazioni del braccio giradischi, controllo di velocità, trazione diretta, luce stroboscopica per la regolazione in tempo reale, selettore 33/45 giri, regolazione fine della velocità. Il peso è di ben 11 Kg. 

 

Lenco L-3807
Lenco L-3807

 

 

 

 

Giradischi con braccio regolabile ma pre-impostato in fabbrica.

Molti modelli di giradischi sono dotati di un braccio regolabile le cui impostazioni sono pre-impostate in fabbrica. Il principale vantaggio di questa soluzione è che lo strumento è di tipo “plug & play” cioè può essere immediatamente utilizzato in genere dopo un semplice assemblaggio di pochi minuti. In questo caso la testina viene fornita insieme al giradischi e ogni tipo di impostazione si riferirà al modello di testina compreso nella confezione. Alcuni esempi di costruttori che forniscono giradischi “plug & play” sono Rega Planar e Pro-Ject, tra i più noti marchi del settore.

 

Pro-Ject Debut Carbon - Braccio giradischi pre-impostato
Pro-Ject Debut Carbon – Braccio giradischi pre-impostato

 

La maggior parte dei giradischi “plug & play” sono comunque provvisti di braccio regolabile sia per il peso sia per l’antiskating. Nonostante i settaggi pre-impostati in fabbrica è comunque consigliabile controllare che almeno il peso del braccio corrisponda al valore stabilito. Mentre è sempre utile controllare ed eventualmente impostare nuovamente il peso del braccio se si sostituisce la testina.

 

Rega Planar 3
Rega Planar 3 – Braccio giradischi pre-impostato

 

Un esempio di giradischi con braccio regolabile ma totalmente pre-impostato in fabbrica secondo la filosofia del “plug & play” è il Rega Planar 3, di cui abbiamo parlato più ampiamente in un precedente articolo. Si tratta di un giradischi High-End di altissima qualità costruttiva con trazione a cinghia e braccio in carbonio.

 

 

Giradischi con braccio parzialmente regolabile privo di regolazione dell’antiskating.

Alcuni modelli di fascia media adottano una soluzione semplificata che prevede da un lato una pre-impostazione dell’apparecchio in fabbrica e dall’altro mantiene la possibilità di regolare solo il peso del braccio per utilizzare diversi tipi di testine.

L’antiskating è pre-impostato in fabbrica e non consente ulteriori variazioni. L’obiettivo è sempre quello di consentire un utilizzo agevolato di tipo “plug & play” adatto anche agli utenti meno esperti.

Un esempio di giradischi di questo tipo è l’ottimo Rega Planar 1, di cui abbiamo parlato in un articolo specifico sui giradischi Rega Planar. Alcune versioni del Rega Planar 1 prevedono comunque un piccolo selettore per regolare anche l’antiskating.

 

Rega Planar 1
Rega Planar 1

 

Un classico modello “plug & play” con peso del braccio regolabile ma anti-skating fisso e preimpostato dal costruttore è il Pro-ject Primary. Questo modello privilegia la semplicità di utilizzo ma è comunque in grado di fornire prestazioni di buon livello a un prezzo contenuto. Ulteriori informazioni sui giradischi Pro-Ject si possono trovare in un nostro precedente articolo.

 

Pro-Ject Primary
Pro-Ject Primary

 

 

 

Giradischi con braccio non regolabile e impostazioni fisse

I modelli di fascia economica, e anche alcuni modelli di fascia media, non possiedono alcuna regolazione manuale del braccio giradischi. Questo per ridurre i costi di produzione e semplificare il più possibile l’utilizzo del dispositivo per gli utenti meno esperti.

Nonostante questo limite, per i modelli di marca, come ad esempio il Pioneer PL990, le prestazioni sono comunque accettabili e spesso non molto diverse da quelle di giradischi di prezzo superiore. Se si preferisce restare entro un budget limitato e privilegiare la semplicità di utilizzo, i giradischi con impostazioni fisse possono essere una scelta adeguata.

Pioneer PL 990 braccio giradischi non regolabile
Pioneer PL 990

Nel caso di dispositivi con impostazione fissa del peso e dell’antiskating l’unica soluzione per ottenere le migliori prestazioni dal giradischi è utilizzare il tipo di testina indicata dal costruttore sulla quale è calibrato il dispositivo.

Se la testina dovesse usurarsi è possibile sostituirla solo con il modello specifico o in alcuni casi con un modello equivalente e compatibile per dimensioni e peso. E’ sconsigliabile utilizzare testine diverse perchè si potrebbe causare uno sbilanciamento del braccio, senza possibilità di regolazioni.

Esempi di giradischi di buona qualità con braccio non regolabile sono il Pioneer PL-990, automatico e con trazione a cinghia, oppure il Denon DP-200 USB dalle dimensioni compatte. Abbiamo parlato di questo tipo di giradischi anche in precedenti articoli.

 

Denon DP-200USB
Denon DP-200USB

 

Un altro modello di giradischi con peso del braccio e Antiskating entrambi pre-impostati dal costruttore e non regolabili è il Thorens TD158 con funzionamento automatico.

Il braccio di questo giradischi ha l’aspetto di un dispositivo standard ma è privo di regolazioni. L’obiettivo è consentire un utilizzo immediato dell’apparecchio anche a utenti non esperti.

 

Thorens TD 158
Thorens TD 158

 

 

 

Regolazione dell’antiskating

L’antiskating è un dispositivo di tipo meccanico che ha la funzione di contrastare la forza che tende a spingere il sistema braccio giradischi – testina verso il centro del disco durante la rotazione. Questa forza è dovuta a una componente perpendicolare al braccio di lettura che si crea normalmente durante il funzionamento del giradischi.

Il sistema antiskating è realizzato in diversi modi: con una molla a carico variabile, con un piccolo magnete regolabile, oppure con un piccolo contrappeso. La regolazione dell’antiskating è un problema da sempre controverso, in quanto esistono al riguardo diverse teorie basate su prove empiriche o analisi fisiche del meccanismo del braccio giradischi. Non mancano gli audiofili che preferiscono non regolare del tutto l’antiskating, opzione che tuttavia ci riserviamo di sconsigliare in quanto può causare deformazioni dello stilo.

 

BLOCK PS100 - Antiskating a contrappeso
BLOCK PS100 – Antiskating a contrappeso

 

Anche alcuni progettisti di bracci arrivano a teorizzare l’eliminazione di questa regolazione, in quanto a loro giudizio è preferibile mantenere il valore dell’antiskating a zero. Nella realtà è facile constatare come un antiskating non impostato o regolato con forza eccessiva provochi deformazioni del cantilever e a lungo andare il danneggiamento della testina. Da rilevare che l’antiskating non è necessario nei bracci tangenziali, presenti in alcuni modelli di giradischi poco diffusi, come ad esempio il Revox B790.

 

Revox B790 - braccio tangenziale senza Antiskating
Revox B790 – braccio tangenziale senza Antiskating

 

Per quanto riguarda l’impostazione ci si basa su test di diverso tipo, oppure viene effettuata seguendo i parametri indicati dal costruttore del giradischi e secondo il peso della testina utilizzata.

Una prima indicazione empirica molto semplice, applicata da diversi audiofili, consiste nell’ impostare il valore dell’antiskating sullo stesso valore del peso. Quindi un peso di 2 grammi richiederà un’impostazione dell’antiskating sul valore 2.

 

 

Come regolare l’antiskating, sistemi empirici e strumentali

I metodi di regolazione dell’antiskating sono tuttavia molti e prevedono i test più disparati. Ogni procedura di regolazione prevede dei vantaggi e alcuni svantaggi. Elenchiamo di seguito i principali:

 

Utilizzo di un disco liscio

Il disco privo di solchi come ad esempio il disco in vetro consente di verificare in condizioni controllate il bilanciamento del braccio in senso orizzontale. Se durante la rotazione il braccio tende verso il centro del disco, si dovrà aumentare il valore dell’antiskating fino ad annullare questa forza e mantenere il braccio nello stesso punto in cui viene posato. Un limite evidente di questo metodo è che il disco privo di solchi ha un funzionamento dinamico diverso rispetto al disco con i solchi, quindi la regolazione in ambiente modificato non corrisponde al funzionamento reale.

 

Misurazione strumentale

Si effettua con un disco di test, ma l’analisi del risultato è affidata a uno strumento elettronico. In teoria è un metodo affidabile, ma richiede strumentazione specifica, come ad esempio un oscilloscopio o un software di analisi. Si basa inoltre su risultati teorici strumentali.

 

Oscilloscopio Nantek
Oscilloscopio Nantek

 

Metodo visuale

In questo caso si deve osservare la testina mentre legge un disco standard con normali solchi. La maggior parte delle testine è dotata di un cantilever (il piccolo braccio che sostiene la puntina) abbastanza flessibile da spostarsi verso il centro del disco oppure verso l’esterno in caso di sbilanciamento delle forze. L’impostazione corretta dell’antiskating si troverà quando il cantilever è esattamente al centro della testina. Il limite di questo metodo è che è molto approssimativo, in quanto non è possibile valutare la reale flessibilità del cantilever. In molti casi non ci sarà corrispondenza visiva tra posizione del cantilever e valore dell’antiskating.

 

Disco di test monofonico a frequenza fissa

E’ un sistema empirico basato sull’ascolto di un segnale uniforme monofonico emesso da entrambi gli altoparlanti. Quando si percepisce il suono nel centro si suppone che il valore dell’antiskating sia bilanciato. Alcuni dischi di test contengono segnali specifici con frequenze sinusoidali che evidenziano la eventuale distorsione. Il bilanciamento è ottimale quando si minimizzano le distorsioni percepite. Limite di questo metodo è la sua empiricità. E’ basato solo sulla percezione acustica dell’utente. Alcuni preferiscono questa soluzione in quanto si basa sul risultato realmente percepito e può essere più affidabile di altri metodi.

 

Disco di test per giradischi
Disco di test per giradischi

 

Utilizzo di un disco musicale contenente frequenze particolarmente soggette a distorsione

In questo caso si riproduce un brano musicale di un normale disco in vinile che contiene passaggi particolarmente impegnativi per la testina, come ad esempio suoni di violino oppure strumenti a fiato di tonalità alta, clarinetti, flauti, voci acute, etc. Se si avvertono distorsioni su uno dei due canali stereo, si procede a regolare empiricamente il valore dell’antiskating fino ad ottenere un suono più pulito. Questo metodo può essere molto utile ma è complesso da attuare per utenti non esperti.

 

Regolazione del peso del braccio giradischi o VTF (Vertical Traking Force)

Impostare il peso del braccio giradischi, o in termini tecnici VTF (Vertical Traking Force), è un’operazione meno complessa rispetto alla regolazione dell’antiskating, ma richiede comunque precisione. La maggior parte dei bracci regolabili possiede un indicatore graduato collegato al peso e tarabile in base alla testina utilizzata, che può avere peso variabile. Volendo utilizzare solo questo indicatore bisogna calibrare prima la posizione zero, cioè posizionarlo sul valore zero quando il peso sulla testina risulta nullo e il braccio fluttua senza abbassarsi né sollevarsi. Facendo questo test bisogna stare molto attenti a non danneggiare il cantilever, che in caso di urti più piegarsi o rompersi obbligando a sostituire la testina.

 

Utilizzo della bilancia giradischi
Utilizzo della bilancia giradischi

 

Un metodo molto più affidabile è quello che prevede l’utilizzo di una piccola bilancia appositamente creata per la misurazione del peso del braccio giradischi. Questo strumento è progettato in modo da non danneggiare la testina e fornisce indicazioni precise ed attendibili.

La procedura è abbastanza semplice: una volta accesa la bilancia elettronica, si appoggia la testina sulla base. La bilancia indicherà immediatamente il valore del peso rilevato. A questo punto si potrà procedere a variare l’impostazione del contrappeso fino a raggiungere il valore previsto per quel modello di testina. Una volta rilevato il peso con precisione, si potrà anche procedere a tarare il contrappeso ruotando l’apposita ghiera fino a raggiungere il valore indicato dalla bilancia.

 

Regolazione del posizionamento della testina

Oltre al peso e all’antiskating, è indispensabile che la testina sia posizionata in modo corretto per leggere il solco del vinile secondo le impostazioni previste dal costruttore. La regolazione di base della posizione si effettua manualmente, tramite le viti disponibili nei bracci regolabili o in alcuni casi con spessori aggiuntivi da interporre tra Shell e testina.

Questo tipo di regolazione è possibile solo con un braccio giradischi di tipo classico, mentre per i modelli fissi quasi sempre anche la testina non prevede alcuna modifica della posizione.

Per effettuare questa operazione si utilizzano speciali goniometri che evidenziano il possibile disallineamento.

Gli assi di allineamento sono 3:

  • HTA Horizontal Tracking Angle,
  • Azimuth
  • VTA Vertical Tracking Angle.

 

Regolazione del valore HTA – Horizontal Tracking Angle

Un affinamento della procedura di regolazione della testina prevede la verifica e la corretta impostazione del valore HTA (Horizontal Tracking Angle).

Il problema alla base della regolazione del valore HTA è che la puntina e lo stesso cantilever possono non essere allineati perfettamente con la struttura esterna della testina e con lo Shell, questo sia a causa di imprecisioni di costruzione (per le testine economiche), sia per la deformazione del cantilever che può verificarsi dopo un utilizzo prolungato per le sollecitazioni alle quali è sottoposto (a volte a causa di errata regolazione dell’Antiskating). A causa di queste variazioni dimensionali, regolando solo la posizione della testina basandosi sul corpo esterno può determinare un risultato non ottimale.

Goniometro per allineamento HTA testina
Goniometro per allineamento HTA testina

Per regolare la posizione in modo preciso, bisogna tracciare una retta ideale che passa per la puntina. Tale retta deve coincidere con la retta mediana dello Shell, che si colloca esattamente in mezzo alle due viti di fissaggio.

La strumentazione da utilizzare può essere reperita facilmente e in genere è sufficiente un  buon goniometro da appoggiare sul piatto del giradischi.

 

Regolazione dell’Azimuth

Analogamente a quanto previsto per le altre regolazioni, si può procedere a controllare ed eventualmente correggere l’Azimuth. In questo caso si tratta di variare l’angolazione della testina rispetto al piano del disco facendola leggermente ruotare guardandola frontalmente. Tale operazione è possibile solo con bracci che prevedono attacchi standard SME e Shell di tipo mobile o estraibile. I bracci di tipo fisso non consentono invece alcun tipo di regolazione.

 

Regolazione dell'Azimuth con goniometro trasparente
Regolazione dell’Azimuth con goniometro trasparente

 

La regolazione dell’Azimuth può essere consigliabile in particolare nel caso si utilizzi un giradischi classico o d’epoca, che negli anni può aver subito leggere deformazioni dovute ai materiali o agli attacchi alla base del braccio. Anche per la regolazione dell’Azimuth può essere utile lo speciale goniometro verticale trasparente con scala graduata.

Per modificare la posizione della testina esistono diverse procedure. Nel caso di Shell SME del tipo rimovibile, può essere a volte sufficiente sbloccare la vite di fissaggio alla base dello Shell e ruotare leggermente lo stesso sull’asse orizzontale fino a raggiungere la posizione ottimale. Se lo Shell non prevede un gioco per la regolazione, si possono interporre piccoli spessori tra le due viti di fissaggio della testina e lo Shell stesso.

 

Regolazione del VTA (Vertical Tracking Angle)

Per regolare il VTA, è necessario osservare la testina lateralmente. Un corretto funzionamento prevede che la testina sia il più possibile parallela al piano del disco. La regolazione si può effettuare con le apposite viti presenti su alcuni tipi di braccio, oppure interponendo spessori tra Shell e testina fino a raggiungere la posizione desiderata. Lo strumento da utilizzare può essere un normale goniometro trasparente, anche se molti audiofili utilizzano strumentazione auto-costruita.

 

Regolazione del VTA con goniometro trasparente
Regolazione del VTA con goniometro trasparente

 

Purtroppo il valore VTA varia in base allo spessore del disco in vinile, che come sappiamo non è costante. Dischi più sottili implicheranno una modifica dell’angolazione di lettura, così come i dischi più spessi della media. In teoria per raggiungere il risultato ottimale, bisognerebbe variare il VTA per ogni disco, cosa ovviamente molto difficile.

All’atto pratico la soluzione migliore è trovare un buon compromesso che consenta di suonare diversi tipi di dischi con spessori variabili. Bisogna considerare che spesso i dischi più datati hanno uno spessore maggiore, mentre i vinili più recenti sono più sottili.

Una soluzione estrema potrebbe essere montare due bracci giradischi, uno per dischi sottili e uno per dischi più spessi, con valori differenti del VTA, oppure tarare in modo diverso due giradischi distinti.

 

Accessori per la regolazione del braccio giradischi

Per consentire una regolazione accurata del braccio giradischi, sono facilmente reperibili diversi strumenti di misurazione e di test. La loro utilità deriva dall’essere progettati appositamente per i giradischi, quindi per misurare i parametri del braccio giradischi senza danneggiare le componenti più delicate: stilo della testina (cantilever), puntina, sistema braccio-testina.

 

Bilance di precisione

Forse lo strumento più utile e più diffuso tra gli estimatori dell’ascolto di vinili, la bilancia di precisione per giradischi consente di calibrare perfettamente il peso del braccio in condizioni reali. La differenza rispetto alla ghiera graduata è la possibilità di effettuare una regolazione molto più precisa, al decimo o al centesimo di grammo. Inoltre la ghiera presente sul braccio può indicare un peso errato per l’imprecisa calibrazione del peso zero, per cui è sempre consigliabile un controllo del peso con strumenti specifici. Il prezzo di acquisto è molto contenuto e si trovano già dispositivi di qualità a poche decine di euro.

 

 

Pro-Ject 4012

Bilancina per la misura del peso di lavoro delle testine la Pro-Ject 4012 è realizzata con discreta cura e possiede buone qualità complessive. E’ utilizzabile con qualsiasi pick-up e giradischi. Il display presenta 4 cifre con retroilluminazione. Range di misura 0 – 5 grammi con una precisione di 0,002 grammi di scarto massimo. Lo strumento si auto-calibra, una volta impostata l’apposita funzione. Utile la funzione di spegnimento automatico dopo 60 secondi di inutilizzo.

 

Pro-Ject 4012
Pro-Ject 4012

 

 

Bilancia Neoteck

Se si cerca un dispositivo più economico, è possibile orientarsi su apparecchi di produzione asiatica ma di qualità comunque discreta. Un esempio di bilancia di precisione per giradischi di fascia economica è la Neoteck (NTKHM351-FBA). Le caratteristiche sono adeguate all’utilizzo amatoriale, con una graduazione di 0,001 grammi, alta sensibilità, dimensioni contenute. Il display è retroilluminato in colore blu. Il range di misura varia da 0 a 20 grammi.

 

Bilancia Neotek
Bilancia Neotek

 

 

Dischi di test

Un utile strumento per verificare il buon funzionamento del giradischi è costituito dai dischi di test. Si tratta di vinili particolari che contengono registrazioni specifiche per verificare il funzionamento del sistema. Questo tipo di dischi contiene in genere diverse tracce che consentono di verificare i vari parametri del giradischi, Antiskating, Wow & Flutter, errori negli angoli di tracking, risposta in frequenza e altri. L’utilizzo di un disco di test presuppone una buona sensibilità acustica dell’utente, ma ai fini pratici può rivelarsi complessivamente una delle soluzioni più utili per verificare il corretto funzionamento del giradischi.

 

Disco di test Tacet
Disco di test Tacet

 

Goniometri di precisione

Per la regolazione della testina sui tre assi possono essere molto utili i goniometri di precisione per giradischi. Questi strumenti esistono in diverse versioni: trasparenti, orizzontali in metallo, a forma di disco.

I goniometri trasparenti devono essere posizionati frontalmente o lateralmente alla testina in modo da evidenziare l’eventuale disallineamento rispetto ai valori corretti di VTA, Azimuth e HTA.

 

Goniometro trasparente
Goniometro trasparente

 

Le correzioni possono essere effettuate in diversi modi, aggiungendo spessori tra testina e Shell, variando la posizione dello Shell per i modelli predisposti, modificando i parametri del braccio, per i bracci giradischi che lo consentono.

Utilizzando il goniometro trasparente è possibile anche verificare che la puntina e il relativo cantilever siano centrati rispetto alla struttura esterna della testina e dello Shell.

 

 

Goniometro Pro-Ject 3757
Goniometro Pro-Ject 3757

 

 

Sollevatore di sicurezza del braccio

Per i modelli di giradischi completamente manuali privi anche del meccanismo di sollevamento del braccio a fine corsa, può essere utile dotarsi di un sollevatore supplementare di sicurezza come ad esempio l’ Audio-Technica AT6006R.

Audio-Technica AT6006R
Audio-Technica AT6006R

Questo accessorio consente di sollevare il braccio alla fine del disco preservando l’integrità della puntina e del cantilever. Deformazioni dovute a sollecitazioni meccaniche possono infatti modificare le regolazioni di precisione effettuate sul braccio.

Il funzionamento dell’ Audio-Technica AT6006R è idraulico senza necessità di alimentazione elettrica. La barra di sostegno è realizzata in gomma.

Audio-Technica AT6006R - sollevatore di sicurezza del braccio giradischi
Audio-Technica AT6006R

Per adattare l’ AT6006R a diversi modelli di giradischi sono compresi diversi supporti di altezza variabile. Il dispositivo è compatibile con la maggior parte dei giradischi manuali.

 

 

Strumenti per la pulizia della testina

Da non trascurare infine la pulizia della puntina e del cantilever, che dopo un utilizzo prolungato possono sporcarsi di residui di vinile e di polveri. A questo scopo è necessario utilizzare spazzoline predisposte per non danneggiare queste componenti delicate.

 

Pulizia puntina giradischi
Pulizia puntina giradischi
Pulizia puntina giradischi
Pulizia puntina giradischi

 

Acquisti con fattura elettronica Amazon Business (Registrazione gratuita)

Acessori per la manutenzione del braccio giradischi

 

Newsletter Altri Prodotti Blog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, o gli strumenti terzi da questo utilizzati, si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Per ulteriori informazioni dettagliate sui cookies e riguardo ai diritti previsti dal regolamento GDPR, consulta la Privacy Policy. Cliccando sul pulsante di accettazione oppure proseguendo nella navigazione del sito acconsenti all'uso dei cookies. Maggiori Informazioni

In ottemperanza al Regolamento Europeo per la Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la Privacy Policy e la cookie policy. Ti invitiamo a prenderne visione. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Per informazioni dettagliate riguardanti i tuoi diritti, la gestione o la cancellazione dei tuoi dati personali consulta la nostra Privacy Policy. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi