Come collegare il giradischi all’impianto HiFi

Se si possiede un impianto HiFi nuovo o d’epoca, si pone sempre il problema di come collegare il giradischi in modo corretto all’amplificatore. E’ utile premettere che molti moderni amplificatori, soprattutto se pensati per impianti di Home Theater, non hanno più la classica predisposizione per collegare il giradischi all’ ingresso PHONO. Predisposizione che un tempo si trovava facilmente su qualsiasi genere di dispositivo HiFi anche portatile.

Come collegare il giradischi: preamplificatori PHONO
Come collegare il giradischi: preamplificatori PHONO

Anni fa, in seguito ad analisi di mercato poi rivelatesi poco realistiche, molti costruttori avevano ipotizzato il crollo o la pressochè totale cessazione delle vendite di giradischi e di vinili. A causa di queste previsioni, la connessione standard PHONO con cavo di massa rimase disponibile solo per parte degli amplificatori destinati ad essere utilizzati esclusivamente per gli impianti HiFi Stereo.

All’opposto di quanto ipotizzato, negli ultimi due decenni le vendite di giradischi sono aumentate in maniera esponenziale. Gli audiofili, per diverse ragioni, preferiscono di gran lunga ascoltare musica dai vinili della propria collezione storica, o anche dai vinili nuovi, piuttosto che collegare all’impianto una impersonale sorgente digitale, che ormai può essere costituita da un qualsiasi smartphone.

Anche le vendite dei vinili sono in notevole crescita. Questi dischi in PVC di cui si era erroneamente prevista la scomparsa in pochi anni, vengono sempre più spesso prodotti in affiancamento ai supporti digitali. In questo modo è possibile soddisfare i numerosi estimatori dei classici impianti stereo con giradischi.

 

Come collegare il giradischi

Considerate le premesse, il problema di come collegare il giradischi all’impianto HiFi sta quindi riproponendosi, in concomitanza con il notevole aumento delle vendite.

Rispetto ai tempi in cui il giradischi si collegava semplicemente all’ingresso PHONO, con cavi RCA, i tipi di connessione disponibili sono aumentati di numero e migliorati per qualità e versatilità.

Uscita PHONO con cavo di massa GND

Si tratta del collegamento standard, presente, con qualche eccezione, nella maggior parte dei giradischi. Un tempo disponibile come ingresso in ogni genere di amplificatore, compresi molti piccoli impianti portatili. E’ un’ uscita non preamplificata, può essere collegata solo ed esclusivamente all’ingresso PHONO. Se si ha intenzione di collegare un giradischi con uscita PHONO a un amplificatore privo di ingresso compatibile, è necessario connettere il giradischi prima a un preamplificatore PHONO e solo in seguito collegare il preamplificatore a un ingresso LINE oppure AUX dell’amplificatore principale.

Collegare il giradischi all’impianto HiFi Preamplificatore Phono T-Preamp TCC TC-754
Preamplificatore Phono T-Preamp TCC TC-754
Preamplificatore Phono T-Preamp TCC TC-754: schema collegamenti
Preamplificatore Phono T-Preamp: schema collegamenti

Se si desidera associare un giradischi con uscita PHONO a un amplificatore del tipo Home Theater è sempre necessario disporre di un preamplificatore PHONO. Da evidenziare che il collegamento di massa GND, disponibile quasi sempre con la connessione PHONO, consente di eliminare il problema delle cariche elettrostatiche che si formano con lo scorrimento della puntina sul vinile. Un esempio di giradischi con impostazione classica e output PHONO è l’Onkyo CP-1050.

Come collegare il giradischi: output PHONO con cavo GND
Output PHONO con cavo GND (Onkyo CP 1050)

 

 

Uscita LINE preamplificata

E’ tipica di alcuni giradischi di recente progettazione e di fascia medio-bassa. Il costruttore ha previsto direttamente un preamplificatore interno al giradischi. Questo dispositivo interno fornisce un output preamplificato, collegabile sostanzialmente a qualsiasi tipo di amplificatore che disponga di ingresso LINE oppure AUX. Per collegare il giradischi basta individuare l’ingresso sull’amplificatore e connettere i cavi RCA. Spesso questo tipo di collegamento non prevede il cavo di massa. Un giradischi con uscita LINE è ad esempio l’Omnitronic BD-1550.

Come collegare il giradischi: Giradischi Omnitronic BD-1550
Omnitronic BD-1550 con uscita LINE preamplificata.

 

 

Uscita con Switch PHONO o LINE

Per alcuni modelli i costruttori hanno previsto un apposito Switch, che consente di selezionare l’output di tipo PHONO, non preamplificato, oppure l’output di tipo LINE con segnale preamplificato. A seconda di quale tipo di uscita viene selezionata, si può collegare il giradischi sia all’ingresso PHONO sia all’ingresso AUX oppure LINE.

In genere non è previsto il cavo di massa GND. E’ necessario prestare attenzione a selezionare l’output corretto in base all’ingresso dell’amplificatore che si preferisce utilizzare. Questo tipo di giradischi può essere collegato a qualsiasi amplificatore. Un modello che dispone di Switch PHONO/LINE è ad esempio il TEAC TN300.

Giradischi Teac TN 300 con Switch PHONO/LINE
Giradischi Teac TN 300 con Switch PHONO/LINE

 

 

Uscita wireless Bluetooth

Alcuni modelli di giradischi sono provvisti fin dall’origine di uscita wireless Bluetooth. Sempre abbinata tuttavia a un’uscita tradizionale tramite cavi RCA, in genere con Switch PHONO / LINE. Per utilizzare l’output wireless Bluetooth è necessario disporre di un amplificatore con connessione Bluetooth. In alternativa è possibile collegare il giradischi direttamente a un altoparlante wireless tra i molti disponibili sul mercato. Un giradischi wireless Bluetooth è ad esempio l’AKAI Professional BT500.

AKAI Professional BT500 Premium Giradischi Bluetooth Automatico con Trazione a Cinghia
AKAI Professional BT500 Giradischi Bluetooth

 

Uscita digitale ottica (da sorgente analogica di segnale)

Questo tipo di connessione è stata inserita nell’hardware di alcuni giradischi principalmente per eliminare le minime distorsioni causate dai cavi RCA analogici. E’ infatti ovvio che il segnale proveniente dalla lettura dei vinili non può che essere analogico e determinato dal movimento meccanico della puntina nel solco del disco. Per utilizzare l’uscita digitale ottica è indispensabile possedere un amplificatore con ingresso di questo tipo. Il più diffuso modello con uscita ottica digitale è il giradischi PRO-JECT Essential II DIGITAL.

Giradischi PRO-JECT ESSENTIAL II DIGITAL
Giradischi PRO-JECT Essential II DIGITAL con uscita ottica

 

 

 

Uscita digitale coassiale

Analogamente a quanto avviene per l’uscita digitale ottica, anche in questo caso si è scelto di ottimizzare il collegamento all’amplificatore. L’obiettivo è eliminare ogni seppur impercettibile possibilità di distorsione e dispersione del segnale causate dai cavi RCA analogici. Presente in pochi modelli di giradischi, come ad esempio lo Stanton T92

Giradischi Stanton T92 DJ USB Hi Fi con uscita digitale coassiale
Giradischi Stanton T92 DJ USB Hi Fi con uscita digitale coassiale
Giradischi Stanton T92 DJ USB Hi Fi con uscita digitale coassiale
Giradischi Stanton T92 DJ USB Hi Fi con uscita digitale coassiale

 

Uscita digitale USB

Con questo tipo di output è possibile collegare il giradischi direttamente a un PC per trasferire i vinili in formato digitale. Presente ormai in molti modelli. E’ necessario utilizzare un programma specifico normalmente fornito insieme al giradischi. Un modello tra i più venduti in assoluto utilizzato per la digitalizzazione dei vinili è il Sony PS-LX300USB.

Sony PS-LX300USB Giradischi USB
Sony PS-LX300USB Giradischi USB

 

 

 

Uscita LINE/PHONO e collegamento giradischi con trasmettitore bluetooth

Non tutti sanno che qualsiasi giradischi può essere collegato in modalità wireless, cioè senza fili, a un qualsiasi tipo di amplificatore o impianto HiFi, anche vintage.

Da tempo sono facilmente reperibili a pochi euro dei trasmettitori Bluetooth di buona qualità, in grado di trasmettere il segnale senza fili dal giradischi all’amplificatore.

 

 

La procedura è semplice e prevede sostanzialmente il collegamento di un trasmettitore Bluetooth all’uscita LINE di un giradischi con preamplificatore interno e l’invio del segnale all’amplificatore.

 

Collegamento con Amplificatore Bluetooth

Se l’amplificatore che riceve il segnale è recente e già dotato in origine di ricevitore Bluetooth, è sufficiente effettuare direttamente il “pairing” cioè l’associazione tra il trasmettitore Bluetooth collegato al giradischi e il ricevitore presente all’interno dell’amplificatore, seguendo le semplici istruzioni.

In pochi minuti i due dispositivi vengono associati e il giradischi può trasmettere il segnale audio senza fili all’amplificatore.

 

Trasmettitore / Ricevitore Bluetooth Aukey
Trasmettitore / Ricevitore Bluetooth Aukey

 

Collegamento con amplificatore senza Bluetooth

Se invece l’amplificatore non ha il ricevitore Bluetooth, ad esempio per i modelli d’epoca, è necessario acquistare un secondo trasmettitore Bluetooth e impostarlo in modalità “ricezione”. Quindi associarlo all’altro trasmettitore Bluetooth collegato al giradischi.

 

Giradischi con uscita PHONO e preamplificatori PHONO con Bluetooth

Nel caso in cui il giradischi sia fornito solo di uscita PHONO, senza preamplificatore interno, è possibile acquistare un preamplificatore PHONO già con Bluetooth incorporato, come ad esempio il Pro-Ject PHONO Box E.

Il preamplificatore PHONO Bluetooth svolgerà quindi una duplice funzione, preamplificare il segnale PHONO del giradischi e trasmetterlo quindi via Bluetooth. Il Pro-Ject PHONO Box E può anche funzionare come un normale preamplificatore PHONO via cavo.

 

Pro-Ject PHONO Box Bluetooth
Pro-Ject PHONO Box Bluetooth

Per ulteriori informazioni è possibile leggere i nostri articoli dedicati ai Preamplificatori PHONO e ai Trasmettitori Bluetooth.

 

 

 

In questo articolo abbiamo parlato di: come collegare il giradischi all’impianto HiFi

Link:

Articolo: preamplificatore PHONO
Preamplificatori PHONO
Onkyo CP-1050
Onkyo CP-1050 Recensione
Omnitronic BD-1550
TEAC TN300
TEAC TN300 Recensione
AKAI Professional BT500
AKAI Professional BT500 recensione
PRO-JECT Essential II DIGITAL
Stanton T92
Sony PS-LX300USB
Trasmettitori Bluetooth
Pro-Ject PHONO Box e (Con Bluetooth)

 

 

Video:

 

Newsletter Altri Prodotti Blog

 

12 thoughts on “Come collegare il giradischi all’impianto HiFi

  1. Ciao,

    Vorrei collegare in giradischi (da acquistare) al mio sistema co posto da un PA150 della SR TECNOLOGY, relative casse SR, e potrei riesumare un mixer che non sto utilizzando..
    Il pre-ampli Pa150 ha un’uscita right left a cui attualmente ho collegato un cavo per collegare il pc/iPhone, ecc,,

    Quale è la soluzione migliore? Ricollego il mixer che trovo scomodo usandolo poco…?

    Che giradischi mi consigli senza svenarmi?

    Grazie mille…e compimenti.

    1. Ciao Giordano,
      da quello che mi scrivi dovresti avere disponibile un solo ingresso RCA stereo con equalizzazione LINE IN/AUX, cioè non adatto a un ingresso PHONO standard ma perfettamente idoneo a un output LINE. Per sdoppiare l’ingresso e mantenere i due cavi RCA per giradischi e iphone non ti serve il mixer, basta un comune sdoppiatore RCA (https://amzn.to/2yXiBru). Se devi comprare un giradischi nuovo il mio consiglio è l’acquisto di un modello con preamplificatore interno, cioè che ha un’uscita adatta a un ingresso LINE IN/AUX senza necessità di acquistare un preamplificatore supplementare per giradischi. Modelli di questo tipo ce ne sono molti a buon prezzo. Ti consiglio personalmente di indirizzarti su un giradischi di tipo classico con braccio completamente regolabile per peso e anti-skating e Shell rimovibile a innesto rapido standard SME. Un esempio di giradischi come questo (forse il mio preferito) è l’Audio Technica AT-LP120X (https://amzn.to/3cYRefD) che costa sui 250 euro, con design di tipo professionale stile Technics, USB, trazione diretta, braccio completamente regolabile. Anche sotto questa cifra puoi trovare qualcosa di valido, ad esempio il Dual DT450 (https://amzn.to/2W3mmUo), anche questo con preamplificatore interno, stile in questo caso molto classico un po’ anni ’70, trazione a cinghia. Un altro modello interessante è il Dual DTJ 301.1 USB (https://amzn.to/3cWR7RF) a trazione diretta con USB per digitalizzare i vinili. Il modello stile Technics lo trovi anche con il marchio Lenco come L-3808 (https://amzn.to/35gEfTU), anche questo non è male, trazione diretta, uscita USB, braccio regolabile standard. Il vantaggio del braccio standard SME è che puoi sostituire facilmente la testina e puoi anche comprare un secondo Shell per una seconda testina più pregiata (https://amzn.to/35gFOkT). In genere conviene tenere la testina in dotazione per l’ascolto di tutti i giorni e una seconda testina migliore di scorta o per ascoltare dischi di pregio. Anche il braccio regolabile è molto più versatile, puoi montare qualsiasi testina e regolare facilmente peso e anti-skating in base alle esigenze del caso. Riguardo al tipo di trazione, diretta o a cinghia, entrambe presentano vantaggi. La trazione diretta è senza manutenzione, robusta, adatta ad ascolto frequente, la trazione a cinghia tiene separato il motore elettrico e relative vibrazioni dal piatto. Il purista dei vinili preferisce la trazione a cinghia, mentre dal punto di vista pratico può essere meglio la diretta senza manutenzione e durevole nel tempo. Considera che io ho un Marantz TT4000 del 1982 a trazione diretta, dopo 38 anni funziona esattamente come nuovo.
      Se hai bisogni di altre info scrivimi pure nei commenti
      Un saluto
      Stefano

  2. Ciao ho un hi fi comperqto da giovane Thorens, Marantz 1060. Come posso trasmettere i vinili a una barra Samsung bluetooth
    a 12 metri distante. Grazie se mi puoi aiutare.

    1. Ciao Riccardo,
      è molto semplice. Acquisti un trasmettitore Bluetooth (https://amzn.to/3eNCHVH), lo colleghi direttamente all’amplificatore del tuo stereo a un’uscita audio, lo imposti in “trasmissione” e fai l’abbinamento con la soundbar Bluetooth. Quindi accendi normalmente il tutto, metti un disco e lo ascolti dalla soundbar. Ricordati di azzerare il volume dell’ampli, altrimenti si sente anche dalle casse. Trasmettitori ne trovi di molti tipi, alcuni si collegano direttamente all’uscita cuffia (https://amzn.to/2x6XeDF), in questo caso dovrai regolare il volume cuffia, altri li puoi collegare dietro all’amplificatore con cavi RCA (https://amzn.to/2xY9NBK), altri modelli li puoi collegare dove vuoi, anche a uscite ottiche (https://amzn.to/2KyGeJJ). Unica cosa 12 metri sono un po’ al limite come distanza per i piccoli trasmettitori a bassa potenza, ti converrebbe spendere pochi euro in più e prendere un modello più potente (https://amzn.to/2VUSM3i). Se poi sposti il trasmettitore Bleutooth e lo colleghi invece che a un’uscita a un’ingresso LINE/AUX e lo imposti in “ricezione”, puoi inviare musica al tuo stereo d’epoca ad esempio da uno Smartphone. Apri youtube oppure Amazon Music (https://amzn.to/2KxU9zR) e ascolti milioni di brani musicali.
      Un saluto
      Stefano

  3. Ciao, ho riesumato un giradischi Technics SL-Q 210 dei miei genitori non saprei come collegarlo all’Home Theatre Sony BVD-E 2100 zwart… com potrei fare?

    1. Ciao,
      il Sony BDVE2100 dovrebbe avere un ingresso AUDIO-IN sul pannello posteriore per cavi RCA. Se puoi selezionare questo ingresso come sorgente audio, la cosa è molto semplice: compri un preamplificatore PHONO qualsiasi, li trovi a partire da 20 euro, colleghi il giradischi al preamplificatore PHONO con i suoi cavi RCA, poi colleghi il preamplificatore PHONO all’ingresso AUDIO-IN e il gioco è fatto. Nel nostro articolo sui preamplficatori trovi tutte le info, ti giro il link: https://www.altriprodotti.com/preamplificatore-phono-per-giradischi/
      Un saluto
      Stefano

  4. ciao , ho un piatto telefunken s500 con braccio ortophon , il filo di uscita è un connettore pin con 4 piedini ,non compatibile con il mio amplificatore akay , come posso collegare il piatto all’ampli , pensavo di tagliare il filo e mettere dei rca , ma il dubbio è che mi manca il filo graund , puoi darmi dei suggerimenti, grazie

    1. Ciao, il tuo è un gran bel giradischi, tienilo da conto. Prima cosa non tagliare assolutamente i cavi originali del giradischi. Se vuoi mettere i terminali RCA collegali ai cavi originali utilizzando dei connettori che puoi trovare in un negozio di materiale elettrico o in internet. Se l’ampli non ha un ingresso GND il cavo GND del giradischi lo puoi collegare anche ad altri tipi di massa, ad esempio il mobile dello stereo o la scatola di metallo dell’amplificatore. Guarda se l’ampli ha almeno la spina con il terzo polo di massa, se è una shuko tedesca c’è. Se l’ampli ha la massa la sua scatola metallica è a massa.
      Un saluto
      Stefano

  5. Ciao io ho un giradischi Quartz pll. auto-return direct drive turntable:Cybernet CP-300Q
    posso collegare un Preamplificatore Phono hi-fi Behringer PP400 con Home Theater HT-SL50.
    Per poter far funzionare il giradischi con dischi in vinile. grazie

    1. Ciao Marco,
      il Cybernet CP-300 ha l’uscita di tipo PHONO, non preamplificata, e dovresti anche avere il terzo cavo per la massa GND. Quindi va bene collegarlo a un preamplificatore PHONO a tua scelta, il Behringer va bene. Trovi tutte le info nel nostro articolo https://www.altriprodotti.com/preamplificatore-phono-per-giradischi/
      Il sistema Sharp HT-SL50 ha un ingresso analogico stereo con microjack da 3,5, che va bene come ingresso per il preamplificatore Behringer, però devi procurarti un cavetto con RCA stereo da un lato e spinotto jack 3,5 (tipo cuffia) dall’altro. Riepilogando: colleghi il giradischi normalmente al preamplificatore, all’uscita RCA del preamplicatore colleghi un cavetto RCA-microjack 3,5, inserisci lo spinotto nello Sharp HT-SL50 all’ingresso AUDIO-IN, e poi tutto dovrebbe funzionare. Ricordati di selezionare come source Audio IN.
      Un saluto
      Stefano

  6. Salve,
    il mio giradischi sta dando gli ultimi colpi e sto pensando di comprarne uno nuovo.
    Il mio sintoamplificatore (pioner-vsx-d512) non ha l’uscita Phono e quindi stavo pensando di acquistare un giradischi con Uscita digitale ottica. In questo caso è necessario acquistare un pre-preamplificatore phono esterno o posso direttamente collegare il giradischi col sintoamplificatore? Mi consiglia di acquistare un pre-preamplificatore phono esterno e poi un giradischi regolare?
    Se acquisto un giradischi preamplificato, posso collegarlo direttamente al sintoamplificatore?

    Ringraziando in anticipo,
    cordiali saluti

    Andrea

    1. Ciao Andrea,
      se il tuo amplificatore non ha l’ingresso PHONO puoi acquistare un preamplificatore PHONO per poche decine di euro e poi collegarlo a un qualsiasi ingresso AUX/LINE. Esistono anche giradischi con uscita digitale ottica, quello venduto al prezzo più abbordabile è il Pro-ject Essential Digital, ottimo prodotto. Se acquisti un giradischi con selettore PHONO/LINE puoi collegarlo direttamente all’amplificatore. Ci sono ormai molti modelli con selettore, ti consiglio di valutare ad esempio un Dual DT500.
      Un saluto
      Stefano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, o gli strumenti terzi da questo utilizzati, si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Per ulteriori informazioni dettagliate sui cookies e riguardo ai diritti previsti dal regolamento GDPR, consulta la Privacy Policy. Cliccando sul pulsante di accettazione oppure proseguendo nella navigazione del sito acconsenti all'uso dei cookies. Maggiori Informazioni

In ottemperanza al Regolamento Europeo per la Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la Privacy Policy e la cookie policy. Ti invitiamo a prenderne visione. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Per informazioni dettagliate riguardanti i tuoi diritti, la gestione o la cancellazione dei tuoi dati personali consulta la nostra Privacy Policy. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi